In questa sezione potrete trovare delle piccole “pillole cosmetiche”, una semplice spiegazione di termini comunemente utilizzati ma che spesso non vengono pienamente compresi. Spero vi sia utile!

ACIDO SALICILICO: L’acido salicilico viene utilizzato in cosmetica per le sue proprietà cheratolitiche e leviganti: riesce ad esfoliare in modo delicato gli strati superficiali della cute e risulta estremamente efficace sia nel liberare i comedoni dal contenuto sebaceo sia nell’eliminazione dei tappi cheratinici. È un composto chimico che deriva dall’idrolisi enzimatica della salicina, un glucoside salicoside che viene estratto dal Salix alba, il salice bianco. Preparati a base di acido salicilico vengono impiegati con successo nella terapia dell’acne e della psoriasi.

ANTIOSSIDANTI: Gli antiossidanti sono delle sostanza chimiche o degli agenti fisici che rallentano o prevengono l’ossidazione di altre sostanze. L’ossidazione può produrre radicali liberi responsabili di una reazione che danneggia le cellule. Gli antiossidanti terminano questa reazione a catena proteggendo le cellule stesse.

COLLAGENE: Il collagene è una delle proteine più importanti e rappresenta circa un terzo delle proteine presenti nel corpo umano. Ha un ruolo fondamentale sia a livello strutturale che funzionale in vari organi e tessuti: il tessuto muscolare, la cartilagine e la pelle. Il derma è costituito da collagene di tipo I e, in quantità minore, da collagene di tipo III. Le fibre di collagene disponendosi parallelamente alla superficie cutanea conferiscono forza e resistenza. La degradazione delle fibre di collagene dovuta al trascorrere del tempo e allo stile di vita ha un ruolo fondamentale nella comparsa e nella formazione delle rughe e dei segni dell’età.

ELASTINA: L’elastina è una proteina elastica che costituisce il tessuto connettivo e che permette ai tessuti di tonare alla loro forma originaria dopo che sono stati sottoposti a stiramento o contrazione. L’elastina è una delle componenti principali della pelle e le conferisce la risposta elastica che si ha quando la si sottopone a tensioni meccaniche.

OLI ESSENZIALI: Gli oli essenziali, anche chiamati oli eterici, sono delle sostanze prodotte tramite estrazione a partire da una pianta o da una parte di essa (fiori, foglie, radici, frutti, scorza dei frutti, foglie). Dal punto di vista chimico sono delle miscele complesse e concentrate e vengono utilizzati nelle formulazioni cosmetiche a concentrazioni definite. Va ricordato che l’utilizzo di un olio essenziale puro sulla pelle può creare irritazioni o lesioni cutanee.

PARABENI: I parabeni sono dei composti organici utilizzati da 70 anni come conservanti nell’industria cosmetica per la loro capacità di inibire la crescita microbica. Sono stati per anni sotto “l’occhio del ciclone” per le possibili ricadute sulla salute, in particolare su una loro implicazione nella comparsa del cancro al seno e sulla loro interferenza endocrina perché considerati estrogeno-mimetici. Sebbene tutti gli studi abbiano smentito queste ipotesi, i cosmetici contenenti parabeni sono scesi dal 90% (degli anni 90) al 44%.

RETINOLO: Il retinolo è la forma alcolica della vitamina A, una vitamina liposolubile presente in alcuni alimenti di origine animale, nel latte, nelle uova, nel pesce e nei vegetali di colore giallo-arancione (zucca, pomodori, albicocche).  Il retinolo svolge diverse azioni a livello cutaneo: induce la sintesi di collagene e di elastina e risulta efficace nel prevenire il foto-invecchiamento. Nella nomenclatura INCI lo troviamo con la dicitura Retinol e, in genere, si utilizza in concentrazioni comprese tra lo 0.1% e l’1%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *