Ciao a tutte!

Qualche giorno fa una ragazza ha lasciato un commento sotto uno dei miei articoli chiedendomi quale fosse la mia personale opinione sull’utilizzo del Dermaroller. Dopo averle risposto ho pensato che sarebbe stato interessante dedicare qualche riga a questo piccolo strumento diventato, in questi ultimi tempi, molto famoso.

dermaroller

Per chi non avesse ancora fatto conoscenza con lui ve lo presento: il Dermaroller è un piccolo rullo rivestito da piccoli aghi che va fatto rotolare sulla pelle in modo da creare minuscoli micro-fori. L’idea che c’è dietro questa tecnica trova conferma scientifica che una micro lesione dello strato corneo stimoli il rilascio di fattori di crescita che aumentano la formazione di nuovo collagene ed elastina. (Vi lascio qui il link di un paper scientifico da cui ho tratto le informazioni che vi sto dicendo). Oltre che l’aumento nella produzione di collagene mi sembra chiaro che applicare un trattamento sulla pelle dopo aver passato il Dermaroller ne possa aumentare, se non raddoppiare, la penetrazione: questi piccoli fori che siamo andati a creare avranno danneggiato la barriera cutanea che adesso risulterà molto più permeabile. Bisogna anche tener conto che i “fori” creati non sono rivestiti da epidermide ne dall’epitelio che circonda i dotti follicolari della pelle (quelli che comunemente chiamiamo pori) che, in condizioni normali, “blocca” le sostanze in superficie.

Oltre che nel trattamento anti-age (dovuto all’aumento della produzione di collagene), il Dermaroller ha dimostrato effetti positivi anche nel trattamento dell’acne e delle lesioni acneiche (anche questo viene riportato su molte pubblicazioni scientifiche, questa ne è un esempio: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19486041, uno studio tutto italiano condotto dalle università Federico II e La Sapienza).

Questo è per dirvi che la risposta alla vostra domanda “è efficace?” è “sì, lo è”, ma io non lo utilizzerei.

Mi spiego meglio… da qualche tempo alcune blogger famose parlano dell’utilizzo domestico, oltre che “consigliarne” il metodo con cui impiegarlo. Sappiate che io questo non lo farò mai. Ci sono tante cose che non mi convincono di questo procedimento se fatto da soli, a casa. Vediamo quali sono:

  • Viene consigliato di sciacquare il Dermaroller con il disinfettante una volta utilizzato: ma basta disinfettare alla bene meglio uno strumento rivestito da aghi che comunque crea dei fori sulla nostra pelle per essere sicuri? Di certo questo metodo non sterilizzerà il nostro strumento!

  • Viene consigliato l’utilizzo di aghi di lunghezza ridotta (esistono aghi da 0.02 mm e a salire) in modo da perforare solo lo strato cutaneo più esterno ma non si tiene conto del metodo personale di utilizzo: quale pressione va esercitata? Quante volte bisogna passare sulla stessa zona? È chiaro che se la mia mano non è molto delicata gli aghi, per quanto molto corti, riusciranno a penetrare di più.

  • La penetrazione cutanea degli attivi cosmetici è decisamente aumentata, se non raddoppiata, visto che abbiamo lesionato la barriera cutanea e qui i miei dubbi sono due: i cosmetici che andremo ad applicare subito dopo sono stati studiati per una cute “compromessa”? E poi, una cute lesionata riuscirà a proteggerci dagli agenti esterni (tossine, batteri)?

Ecco qui che la conclusione è presto fatta: bisognerebbe essere un po’ meno leggeri quando si consigliano metodi di questo tipo, soprattutto se si è una persona con molto seguito ma senza un background scientifico alle spalle.


Farmacia Loreto Image Banner 728 x 90

Lasciatemi aggiungere un’ultima cosa: come già detto lo considero un metodo efficace (lo dice la scienza, mica io 😜) e la curiosità di provarlo c’è ma, qualora dovessi decidere di sottopormi ad un trattamento del genere sicuramente mi affiderei alle mani esperte di un dermatologo che saprebbe molto bene come utilizzare uno strumento così, con quali tempistiche, in associazione a quali trattamenti.

Con questo è tutto! Spero di non avervi annoiato e di avervi fornito qualche informazione utile.

Kiss, Marina

5 comments on “Dermaroller, strumento efficace o “rischioso”? La mia opinione”

  1. Perfettamente d’accordo con te. Il cosmetico, per sua definizione legislativa, è stato prodotto per andare ad agire sulla superficie dell’epidermide, non per penetrare negli strati più profondi, e quest’ultima deve essere integrato e sana, Non lesa e compromessa da un qualsivoglia strumento. 🙂

  2. Grazie mille per l’articolo! Credo anch’io che l’utilizzo di questo strumento dovrebbe essere valutato da un dermatologo ed effettuato da un medico.

  3. Hai descritto perfettamente le mie perplessità su un uso “leggero” dello strumento. Come te, non lo userei mai da sola, soprattutto per questioni igieniche e per il timore di infezioni. Complimenti per il tuo blog, molto preciso, professionale senza essere troppo tecnico, chiaro e molto utile. Spero che i post aumentino!

    • Ciao Sophia! I post aumenteranno sicuramente. Sto cercando di inserire 1 o 2 articoli (quando riesco) a settimana. Grazie per i complimenti, il mio intento è proprio quello: parlare in modo tecnico e scientifico di cosmetica ma con un linguaggio accessibile anche a chi non ha un background scientifico alle spalle 😉.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *